Corylus Avellana
Corylus Avellana nel Cane e nel Gatto è utilizzato come antisclerotico dei tessuti connettivi poiché ha la capacità di rallentare la formazione cicatriziale. Per questo motivo è utile nell’enfisema polmonare, nell’insufficienza respiratoria enfisematica, e nelle sclerosi epatiche.
Corylus Avellana nel Cane nel Gatto
Corylus Avellana nel Cane nel Gatto

Corylus Avellana ovvero Nocciolo Comune GEMME

Corylus Avellana nel Cane nel Gatto

 Inibisce la sclerosi del tessuto connettivo del polmone ristabilendone l'elasticità (con Rubus Fructicosus)
 Bronchiti croniche complicate (con Viburnum Lantana e Ribes Nigrum) 
 Enfisema polmonare, (con Rubus Fructicosus)
 Asma complicata da enfisema, (con Viburnum Lantana e Ribes Nigrum)
 Sclerosi del parenchima polmonare, (con Rubus Fructicosus)
 Inibisce la sclerosi progressiva del parenchima epatico (con Alnus Incana)
 Insufficienza epatica, (con Rosmarinus Officinalis)
 Epatite virale (con Zea Mays)
 Epatopatia cronica, (con Rosmarinus Officinalis, Secale Cereale e Juniperus Communis)
 Esiti post-epatitici non aggressivi
 Cirrosi epatica, (con Juniperus Communis, Rosmarinus Off. e Secale Cereale)
 Epatopatia alcoolica non ascitica
 Antisclerotico: nell'insufficienza arteriosa degli arti da arteriosclerosi, (con Populus Nigra e Cercis Siliquastrum)
 Arteriti degli arti che possono evolvere sino alla gangrena senile localizzata
 Antianemico: anemia ipocromica, microcitica, specie se da perdita e stillicidio in seguito a gastriti, ulcera, affezioni digestive, a stato diarroico (con Tamarix Gallica)
 Nevrosi delle estremità (Restless syndrom), soprattutto in arteriopatici
 Squilibri neurovegetativi, (con Ficus Carica)
 Se associato alle foglie in 1 DR, il gemmoterapico agisce anche nella stasi circolatoria, nella stasi polmonare, nell' edema degli arti, nelle ulcere varicose e nelle ulcere necrotiche.

Grazia Foti
Naturopata

Corylus Avellana nel Cane nel Gatto