Camomilla Matricaria
Camomilla è molto utile nei Cani e nei Gatti sia come rimedio fitoterapico che omeopatico, in caso di coliche addominali e spasmi della muscolatura liscia, impacchi per congiuntiviti ed eczemi cutanei , infiammazioni e dolori di orecchie e denti.
Camomilla Matricaria
Camomilla Matricaria

La Camomilla Matricaria, appartiene alla famiglia delle Composite (Asteraceae).
Cresce sia spontaneamente nei prati in Europa, in Asia, in Australia e nel Nord Africa, e sia in estesi campi coltivati. La pianta fiorisce verso la stagione estiva.
Camomilla possiede diversi principi attivi fondamentali come: l’Alfa-Bisabololo, una sorta di alcool naturale che ha proprietà decongestionanti e antibatteriche che lo rendono lenitivo per curare una cute sensibile e irritata, e la mucosa gastrica infiammata. Le Cumarine che oltre a caratterizzare l'odore dolce alla pianta, hanno proprietà antispastiche sulla muscolatura liscia gastro-enterica e genito-urinaria accompagnata da crampi o da coliche. Il Camazulene, molecola inorganica ad azione antiallergica e antinfiammatoria; alcuni Flavonoidi ad azione antiossidante. I Polisaccaridi, che hanno un’azione immunostimolante e antinfiammatoria ed effetti rigeneranti sulla microflora intestinale.

Camomilla Matricaria nei Cani e nei Gatti

Uso Fitoterapico
La Camomilla che in fitoterapia viene considerata una pianta medicinale, trova impiego come blando sedativo, antispastico e decongestionante intestinale, e lenitivo ed antinfiammatorio per la cute. Aiuta la digestione e ha qualità carminative (cioè che aiutano l’eliminazione dei gas intestinali. Un tempo veniva usata per facilitare la sudorazione in caso di febbre.
Un infuso di Camomilla oltre che a calmare l'ansia, il dolore può lenire se usato come impacco, un eczema, una dermatite, una flogosi della pelle ed è utilissimo anche nel trattamento della congiuntivite.
I fiori essiccati riposti negli armadi allontanano tarme ed altri insetti dalla biancheria. L’infuso inoltre, si rivela un ottimo fertilizzante naturale.
Nelle infiammazioni degli occhi è utile l’integrazione con un collirio preparato con il rimedio stesso, oppure all' Euphrasia.
Nei disturbi cutanei, è utile l’integrazione con una pomata a base di camomilla.

Uso Omeopatico
Il rimedio omeopatico Chamomilla, si ottiene dalla pianta intera che viene raccolta durante la fioritura, triturata e macerata in alcool, diluita e succussa.
L'organotropismo di Chamomilla, è sistema nervoso centrale, il sistema neurovegetativo, muscolatura liscia . I sintomi del rimedio sono , irritabilità, ansia e presenza di dolore.
La costituzione del tipo "Chamomilla" è soprattutto Fosforica. Le sue principali caratteristiche sono una bassa soglia di tolleranza al dolore, irritabilità ed inquietudine eccessiva, spesso apparentemente ingiustificata.
Un gatto o un cane nervosi e irascibili specie con gli animali della stessa specie sono compatibili con questo rimedio omeopatico.

Camomilla Matricaria nei Cani e nei Gatti

Utilità
 Mal d'orecchio, mal di denti talvolta accompagnati da febbre, gengive infiammate
 Coliche addominali e spasmi addominali anche con diarrea , mal di stomaco, nausea, sapore amaro in bocca, digestione lenta 
 Insonnia ed angoscia con difficoltà ad addormentarsi, sonno agitato, irritabilità
 Tosse anche di origine nervosa, raucedine
 Congiuntivite e occhi infiammati e rossi
 Crampi muscolari, specie di notte, articolazioni gonfie , sciatica e lombaggine. (in associazione col rimedio Bryonia.7)
 Dermatiti allergiche , eczemi, ulcere della pelle, sfoghi cutanei infiammati e pruriginosi
 Cistite con crampi e congestione vescicale.

Grazia Foti
Naturopata

Camomilla Matricaria nei Cani e nei Gatti